Stampa

Pogramma per l’Hiv/Aids, abuso di alcol e droga

Questo programma punta alla costruzione delle capacità dei volontari nella comunità che possono gestire l' HIV/AIDS e migliorare le condizioni socio-economiche di coloro che sono infetti o positivi nell'area individuata. La mobilitazione comunitaria supporta gli orfani e altri bambini resi vulnerabili da HIV/AIDS allo stesso modo degli altri malati di HIV/AIDS

 

Le attività principali

Formazione di volontari all'interno della comunità che siano capaci di dare supporto medico, psicologico e spirituale alle persone che convivono con il virus dell'HIV/Aids, gli orfani e i bambini vulnerabili

Sensibilizzazione della comunità all'accettazione delle persone malate di HIV/Aids e alla riduzione dell'atteggiamento di disprezzo nei loro confronti. Ciò avviene attraverso un cambiamento dei comportamenti, la comunicazione e le forme di sostegno

Questo programma opera in sintonia con i servizi di VCT (Voluntary Counselling Testing) diffusi all'interno delle aree del progetto

Promozione di gruppi di sostegno alle persone che convivono con l'HIV/Aids, miglioramento delle loro condizioni economiche attraverso l'accesso al microcredito e sostegno medico attraverso la terapia di gruppo

Accompagnamento sociale, psicologico, emotivo ed educativo degli orfani e dei bambini risultati positivi al virus dell'HIV/Aids e dei loro tutori

Il programma gestisce Talitha Kum, un centro per bambini sieropositivi dove è possibile tenere sotto controllo i casi più disperati e bisognosi

La storia di Suzanne

Suzanne era distrutta quando scoprì che suo marito era morto di AIDS e che lei stessa era sieropositiva. I suoi vicini la rifiutarono e la stessa famiglia ruppe i contatti con lei. Quando incontrò un volontario del St. Martin, Suzanne si sentì finalmente compresa, aiutata e amata. Con l'aiuto del volontario, ristabilì i contatti con la famiglia, iniziò un trattamento anti-retrovirale, imparò a nutrirsi in maniera corretta e, di conseguenza, divenne più forte. Il volontario la introdusse in un gruppo di sostegno ad altre persone malate di AIDS. Attraverso questo gruppo Suzanne iniziò un'attività di vendita di ortaggi. Oggi, Suzanne accetta con positività la sua vita, si sente parte della comunità e spera di essere in grado di provvedere da sola alla sua famiglia.

 

HIV-counselling-session-VCT

St.Martin CSA Annual Reports

DONA AL ST MARTIN KENYA!

Contattaci

Contact us

Come aiutare St. Martin

How you can support Saint Martin

Guests online

Abbiamo 22 visitatori e nessun utente online